dimanche 15 janvier 2012

ITALIANO / ιταλικά / italien / italian - Per solidarietá, anche io sono greco/a !

ITALIANO / ιταλικά / italien / italian - Per solidarietá, anche io sono greco/a !

Appello
Per solidarietá, anche io sono greco/a !
Chiediamo
La doppia nazionalitá

Perché il popolo greco soffre la umiliazione, siamo solidari davanti ai ricchi del mondo intero. Chiediamo tutti, simbolicamente, la nazionalitá greca!


Indignati per la codardía e la mancanza di visione dei governi occidentali, incluso - ovviamente - il nostro (1)- di fronte alla dittatura dei mercati finanziari
E ribelli per l'umiliazione fatta in questo momento al popolo greco, vergognosamente accusato di essere smodato e imbroglione, designato collettivamente come colpevole senza potersi difendere (2), condannato alla austeritá infinta e alla penitenza, in termini che ricordano il linguaggio di Mariscal Pétain nel 1940 sull'ordine morale, "lo sforzo" e "lo spirito del godimento".

Noi non ci siamo dimenticati per niente che questi che oggi sacrificano la Grecia alla speculazione finanziaria, simulando di star aspettando che il “fascismo economico” si conformi con questo piccolo paese, che li rispetterá...sono gli stessi che consegnarono la Cecoslovacchia a Hitler a Monaco nel 1938, aspettando che si sentisse soddisfatto con questa nuova prova offerta, dopo la caduta della Spagna Repubblicana (3).

Noi non sopportiamo piú che i nuovi ricchi (un 1% del mondo globalizzato) ignorino il vero debito morale che l'Umanitá deve alla nazione greca (4) perché ha dato all'europa il seme di una democrazia diretta (5), basata precisamente nell'abolizione del debito e nell'emancipazione dei cittadini ridotti alla schiavitú per aver contratto debiti, questo 2500 anni fa. (6)
Per tutti questi motivi siamo greci e greche. Questo é il momento di non collaborare un istante di piú, con la nostra passivitá, con la tutela finanziaria della Grecia (7). Vogliamo quindi solidarizzarci con la Grecia e condividere, almeno simbolicamente, il destino della sua gente.
Chiediamo, oggi, di ottenere la doppia nazionalitá, facendo domanda formale all'Ambasciata greca nel nostro paese, e faremo pubblica una prima lista di firmanti, il 24 di novembre del 2011, anniversario di una azione importante della Resistenza greca, realizzata nel viadotto del Gorgopotamos nella notte del 24 e 25 novembre del 1942 (8)

Appello d Nantes per la Grecia 11-11-11

“Signor Ambasciatore, in solidarietá con il vostro paese, il sottoscritto/la sottoscritta ……………………..chiede personalmente di essere considerato tra i Greci e le Greche nel cuore, godere dei diritti e doveri della doppia nazionalitá, e esercitare questa nazionalitá internazionalista nel senso di stabilire una democrazia universale libertaria e ugalitaria, venticinque secoli dopo i tempi di Solone, Clistenese e Pericle.
Ringrazio per la sua risposta, con tutta la fraternitá verso il suo popolo"


Indico il mio nome, la mia cittá e paese di residenza, la mia professione o qualsiasi altra qualitá significativa (bloggero, musicista, padre di famiglia, studente, ellenista, etá etc)
Cognorme e nome…………………….
Cittá…………………………………………………….
Paese di residenza………………………………..
professione o qualitá ……………………………………



Dove dirigersi ?


In Francia, scrivere per email all'Ambasciata grecia: República Helénica, 17 calle Auguste-Vacquerie, 75116 París (teléfono 01 47 23 72 28. Fax: 01 47 23 73 85)
Fare copia e incolla di questo testo o scrivere una lettera personalizzata all'Ambasciata e inviare alla lista di indirizzi elettronici seguenti:
mfapar@wanadoo.fr, grinfoamb.paris@wanadoo.fr, info@amb-grece.fr, grpresse@magic.fr, jesuisgrec@numericable.fr
Il primo é l'indirizzo dell'Ambasciata greca a Parigi.
Le due seguenti sono dell'ufficio stampa e comunicazione che deve essere informata dei suoi passi e delle sue gestioni
La quarta dell'ufficio greco del Consiglio d'Europa a Strasburgos.
l'ultima del contatto di questa iniziativa per informazioni o coordinazione.

Dove dirigersi ? IN ITALIA


In Italia, scrivere per email all'AMBASCIATA DI GRECIA: Via Mercadante,36-00198 ROMA tel.06/8537551 fax 8415927 email: gremroma@tin.it

Fare copia e incolla di questo testo o scrivere una lettera personalizzata all'Ambasciata e inviare alla lista di indirizzi elettronici seguenti:

gremroma@tin.it, ufficiostampa@ambasciatagreca.it, grpresse@magic.fr, jesuisgrec@numericable.fr


Il primo é l'indirizzo dell'Ambasciata greca a Roma.
La seconda è dell'ufficio stampa che deve essere informata dei suoi passi e delle sue gestioni
La terza dell'ufficio greco del Consiglio d'Europa a Strasburgo.
l'ultima del contatto di questa iniziativa per informazioni o coordinazione.




Si puó lasciare un commento personale nel blog : http//jesuisgrec.blogspot.com/
Questa richiesta personale e collettiva di cittadinanza greca appartiene solo a tutti e tutte quelle persone che lo portano avanti e non é diretta da nessun partito politico o instituzione. É una poposta dell'associazione culturale N.e.u.f. (“Nantes Es Una Fiesta!”, nota 9).

Note al testo

Nota 1. Non dimentichiamoci mai il disprezzo paternalista dei governanti tedeschi e francesi verso la Grecia, attitudine arrogante e vessatoria, piú scandalosa ancora se consideriamo che questi due paesi sono grandi fornitori di armi alla Grecia. Abbiamo vergogna della coppia
Merkel-Sarkozy, che dá lezioni dottorali alla Grecia, assestandole con forza una terapia che assomiglia alla medicina a base di sanguisughe dell'epoca di Moliere, una medicina che sognano di applicare anche alla propria gente.
Non accettiamo che, per la prima volta nella storia della umanitá, una nazione perda la sua sovranitá politica per un semplice dettato di redditivitá finanziaria dell'1% dei privilegiati di tutti il mondo, che avrebbero potuto comprarsi i buoni dei tesori pubblici.
Non permetteremo di calunniare il popolo greco, invece di responsabilizzare alcuni aprofittatori e trafficanti internazionali, e i suoi complici

Nota 2 : Nemmeno esprimersi in un referéndum.

Nota 3 : Dopo Monaco, Churchill disse quella celebre frase: "tra la guerra e il disonore, voi avete scelto il disonore, ora avrete anche la guerra”. Peró non ricordiamo che Gandhi dall'india dichiaró "Europa vendette la sua anima per esistere otto gironi di piú sulla terra. La pace che Europa vinse a Monaco e il trionfo della violenza, e anche la sua sconfitta"
Non dimentichiamoci che il generale Faucher, capo della missione francese a Praga, indignato per gli accordi di Monaco, invió la sua rinuncia al governo francese per salvare il proprio onore, e chiese nazionalitá ceca. Il generale Faucher visse venti anni con il popolo ceco. Tornó in Francia e appartenette alla Resistenza durante l'occupazione nazista. Fu arrestato e deportato in Germania, da dove tornó nel 1945.

Nota 4 :
perché la Grecia ha dato al mondo il mito militante di Antigona, insurrezione invincibile della conoscenza di fronte all'arbitrarietá e al despotismo

Nota 5 :
Perché la Grecia ha dato all'Europa il seme di una democrazia diretta (non delgata a una classe di "eletti" professionali, ma esercitata direttamente attraverso un assemblea)


Nota 6 : E perché l'atto inaugurale della nascita della democrazia atenese, seme fragile e imperfetto, decisa dall'arconte Solone nel 594 ac, fu, precisamente, la abolizione dei debiti e l'emancipazione generale dei cittadini ridotti in schiavitú per indebitamento personale. Peró chi si ricorda di ció? Non ci dimentichiamo nemmeno la eminente e eroica resistenza greca, importantissima nella liberazione dell'Europa dal nazismo.

Nota 7 : Questa tutela significherebbe un colpo di Stato rampante contro la democrazia europea e la asfissia programmata della societá civile greca, con la sua umiliazione materiale e morale, che comporta forzosamente, per effetto domino, quella dei paesi vicini, incluso il nostro, con il rischio di una crisi pre-fascista.

Nota 8 : Nella notte del 24 e del 25 di novembre del 1942, la distruzione del viadotto ferroviario di Gorgopotamos, sulla via strategica tra Tesalónica y Atene fu una grande azione congiunta di due importanti movimenti di resistenza greca, EAM-ELAS comunista, y EDES-EOEA non comunista, aiutati da agenti britannici

Nota 9 : La associazione N.e.u.f. organizza a Nantes (Loire y Bretagne, Francia) la Festa dele lingue e delle aiuta-memorie della Resistenza antifascista. Questa associazione ha reclamato nel 1995 la trasparenza automatizzata delle contabilitá pubbliche attraverso internet e ha lanciato nel 1997 alla vigilia del 1 di maggio davanti alla borsa di Parigi, la prima manifestazione del mondo occidentale per la tassa Tobin sulla speculazione finanziaria e contro i paradisi fiscali. N.e.u.f. , allo stesso tempo, é stata presente alla iniziativa "appello dei resistenti alle nuove generazioni dell'8 di marzo del 2004" (con ATTAC), e la Dichiarazione chiamata "Decapol, dieci nuovi diritti per questo secolo"
http://lucky.blog.lemonde.fr/2006/11/13/video-y-el-texto-del-llamamiento-de-los resistemntes-traducciones/

http://cf.groups.yahoo.com/group/LeMonde-etLaRsistamce/message/2

http://lucky.blog.lemonde.fr/2005/09/18/2005_09_decapol_dekapol/


Precisazioni tecniche:
Esiste un Consolato Generale greco a Marsiglia, cosí come un consolato honorario in una ventina di cittá francesi. Vedere la lista
http://www.levoyaeur.net/ambassade.php?pays=GRECE

Nei negozi specializzati si trovano bandiere greche di varie dimensioni.
La foto del blog mostra la celebre bandiera ellenica sull'acropoli di Atene, come luogo di memoria della reistenza antinazista

Per favore:
Cerchiamo volontari per tradurre tutto questo messaggio in tutte le lingue
Grazie
Tutti i contatti : jesuisgrec@numericable.fr

http://jesuisgrec.blogspot.com/

11 commentaires:

Anonyme a dit…

Bravo. Questa chiamata è mancato nella coscienza europea.

Anonyme a dit…

Αλληλεγγύη και τη φιλία του ιταλικού λαού

Viva la solidarietà e l'amicizia del popolo italiano

Anonyme a dit…

amici greci e italiani contro la tirannia economica e il fascismo

Έλληνες και Ιταλούς φίλους κατά της τυραννίας και της οικονομικής φασισμού

Anonyme a dit…

Merci bien a nos amis de Nantes qui nous aident a telle maniere! J'espere que plusiuers personnes a tout le monde vont a comprendre tout ce qui arrive en Grece et qui arrivera tout de suite aux autres pays.Il faut que nous sommes solidaires!

Anonyme a dit…

VOTE FOR GREECE, THANK YOU :
Sign the petition in :
http://www.greece.org/blogs/wwii/?page_id=220

In October 1940, Greece was dragged into the Second World War by the invasion of its territory by Mussolini. To save Mussolini from a humiliating defeat, Hitler invaded Greece in April 1941.

Greece was looted and devastated by the Germans as no other country under their occupation. The International Red Cross has estimated that between 1941 and 1943 at least 300,000 Greeks died from starvation – the direct result of the plundering of Greece by the Germans. Mussolini complained to his minister of foreign affairs Count Ciano “The Germans have taken from the Greeks even their shoelaces”.

Germany and Italy, in addition to charging Greece exorbitant sums as occupation expenses, obtained forcibly from Greece a loan (occupation loan) of $ 3.5 billion. Hitler himself had recognized the legal character of this loan and had given orders to start the process of its repayment. After the end of the war, at the Paris Conference of 1946 Greece was awarded $ 7.1 billion, out of $ 14.0 billion requested, for war reparations.
Italy repaid to Greece its share of the occupation loan, Italy and Bulgaria paid war reparations to Greece, and Germany paid war reparations to Poland in 1956 and to former Yugoslavia in 1971.

We request the German government to honor its long-overdue obligations to Greece by repaying the forcibly obtained occupation loan, and by paying war reparations proportional to the material damages, atrocities and plundering committed by the German war machinery.

Sign the petition in

http://www.greece.org/blogs/wwii/?page_id=220

Germany Should Pay its Long-overdue Obligations to Greece !!!

Anonyme a dit…

L’Allemagne doit payer à la Grèce ses obligations qui sont impayées longtemps !!!

Signez la demande ici :

http://www.greece.org/blogs/wwii/?page_id=448

En octobre 1940, la Grèce est entraînée dans la Seconde Guerre mondiale suite à l’invasion de son territoire par Mussolini. Pour sauver Mussolini d’une défaite humiliante, Hitler a envahi la Grèce en 1941.

La Grèce est pillée et dévastée pas les Allemands comme aucun autre pays sous leur occupation militaire. La Croix Rouge Internationale a jugé qu’entre 1941 et 1943, au moins 300,000 grecs sont morts de la faim- un résultat direct du pillage de la Grèce par les Allemands. Mussolini s’est plaint à son ministre des affaires étrangères, le Conte Ciano « Les Allemands ont pris des Grecs même leurs lacets de souliers ».

L’Allemagne et l’Italie, en plus de faire la Grèce payer des sommes exorbitantes en dépenses d’occupation, ont obtenu de la Grèce par la force un prêt (un prêt d’occupation) de $3.5 billion. Hitler lui-même a reconnu la nature légale de ce prêt et a donné des ordres pour le commencement du remboursement du prêt. Après la fin de la guerre, la Grèce est accordée $7.1 billion à la Conférence de Paris en 1946, des $14.0 billion demandées, pour les réparations en dommages résultant de la guerre.

L’Italie a remboursé la Grèce de sa part du prêt d’occupation, l’Italie et la Bulgarie ont payé la Grèce les réparations en dommages de guerre, et l’Allemagne a payé les réparations en dommages de guerre à la Pologne en 1956 et à l’ex-Yougoslavie en 1971.

Nous demandons du gouvernement Allemand à honorer ses obligations à la Grèce, qui sont longtemps impayées, en s’acquittant du prêt d’occupation obtenu par la force, et en payant les réparations en dommages de guerre proportionnellement aux dommages matériaux, aux atrocités et au pillage commis par les machines guerrières Allemandes.

SIgnez tous la demande :

http://www.greece.org/blogs/wwii/?page_id=448

Nous vous remercions infiniment!

Anonyme a dit…

I am only 18, I just got into university to a different city of the one my family lives. I stay alone and I am trying to spend as little money as possible because they become fewer and fewer every passing day. So I won't say that we, Greeks, are saints. I won't say that we haven't done anything wrong. I won't say that we are not facing a crisis nor that we are not to take some of the blame. But I'm going to say that I am very glad that not everyone has lost their faith on us! Thank you all for your support! It means a lot to all of us. It helps us not to lose our faith.

Anonyme a dit…

E VERO VOI "EUROPEI" DI OGGI SOMIGLIATE MOLTISIMO CON I GRECI ODIERNI ! SIETE RACISTI E FONDAMENTALISTI E NON AVETE NIENTE IN COMUNE (COSI CON I GRECI ODIERNI!) CON Solone, Clistenese e Pericle O MEGLIO DIRE AVETE PRESO IL PEGGIO DEL PEGGIO DA LORO!DIVENTATE GRECI GIURATE SULL LA SACRA BIBIA E TORNATE NEL BUIO DEL MEDIOEVO!

N.McReece a dit…

First of all, pardon my ..writing in english as i should respect your language but it would be impossible for you to understand me. I don't think of myself as a.. hardened Greek guy.But it truely is a great feeling to learn that there are people who really feel that Greece isn't the only nation that should pay what this crisis demands. Thank you all, I really wish there will be a time in the future that we all, proud Greeks, will welcome you with open arms, a sincere handshake, some ouzo and lots and lots to talk about for our future, our childrens' future and the future of our thoughts. Καταρχάς, συγχωρήστε τα αγγλικά μου, καθώς θα'πρεπε να σεβαστώ τη γλώσσα σας, αλλά θα ήταν αδύνατο να με καταλάβετε.Δεν θεωρώ τον εαυτό μου.. "πορωμένο" Έλληνα.Αλλά πραγματικά είναι ένα υπέροχο συναίσθημα το να μαθαίνεις πως υπάρχουν άνθρωποι που πραγματικά πιστεύουν πως η Ελλάδα δεν είναι το μόνο Έθνος (κράτος) που θα πρέπει να πληρώσει, ό,τι αυτή η κρίση απαιτεί. Σας ευχαριστούμε όλους, εύχομαι να έρθει η στιγμή στο μέλλον όπου όλοι μαζί, περήφανοι Έλληνες, θα σας υποδεχθούμε με ανοιχτές αγκαλιές, μια ειλικρινή χειραψία, λίγο ούζο και πολλά πολλά για να συζητήσουμε, για το μέλλον μας, το μέλλον των παιδιών μας και το μέλλον των σκέψεών μας.

Anonyme a dit…

En tant que Grec je vous remercie.
Je souhaite que tous les pays soient libres
independants et democratiques pour leurs peuples.
Je souhaite que la Grece devienne le debut de la libertization
de tous les peuples de la tyrannie economique universelle.
Vive la Democratie.
Vive la Liberte.

Anonyme a dit…

...ἐσθλοὶ μὲν γὰρ ἁπλῶς, παντοδαπῶς δὲ κακοί." Αριστοτέλης

Λακεδαιμόνιος.